Ricette - Umbricelli Piatto di stagione diffuso in tutta l’Umbria, assume vari nomi a seconda della località. Sono simili a degli spaghettoni, conosciuti anche in Toscana, dove si chiamano "Pici". Nell’eugubino sono noti con il nome di "Bigoli", nello spoletino "Strengozzi". A seconda del taglio, in ogni caso, possono assumere forme e consistenza leggermente differenti. L’estrema facilità di preparazione lo rende un piatto praticamente universale, adattabile a qualsiasi gusto e a qualsiasi cucina.

Ingredienti (per 4 persone)
400g farina

Preparazione
Versate la farina a fontana su di una spianatoia, creando un cratere al centro della farina. Versate acqua fredda nel cratere ed impastate con energia, fino a quando non avrete ottenuto un composto. Sottraete dall’impasto una piccola porzione di pasta e lavoratela con il palmo delle mani fino ad ottenere uno spaghetto grezzo, lungo ed irregolare. Ripetete l’operazione fino ad esaurire l’impasto. Una volta disposti gli umbricelli sulla spianatoia, cospargeteli di farina, lasciandoli riposare almeno un’ora, prima di cuocerli.

Note – Scolate la pasta molto al dente, di modo che gli umbricelli rimangano piuttosto duri. Le possibilità di condimento sono molto varie. Si va dall’antico battuto (pancetta battuta sul tagliere, soffritta con cipolla, carota, sedano ed erbe aromatiche a piacere), al sugo con olio, aglio, pomodoro e peperoncino (la classica arrabbiata), al sugo con i funghi o con gli asparagi. Anche il sugo a base di tartufo nero è da provare.

Commenti dei lettori - Lascia un commento