Altra chicca gastronomica perugina sono gli arvoltoli, una pizzetta fritta dalle radici molto antiche, tipica nelle antiche giornate di festa, ma anche piacevole merenda o sfiziosa colazione quotidiana. Oggi si trovano solamente nelle famigli più attaccate alla tradizione o in qualche ristorante attento alle piacevoli note del passato.

Ingredienti
farina
olio extravergine d’oliva
sale

Preparazione
Unite il sale alla farina, mescolando con acqua in modo tale da ottenere un impasto piuttosto fluido. Versate dell’olio in una padella antiaderente dal diametro di 20 centimetri al massimo. Quando l’olio sarà ben caldo, versate un po’ di impasto nella padella per formare uno strato poco più spesso di una sfoglia. Fate cuocere la pastella da un lato, poi dall’altro, rivoltando la sfoglia. Una volta finita la cottura, togliete l’arvoltolo dalla padella, cospargetelo di sale e servitelo ben caldo.

Note – Il nome artvoltolo, deriva forse proprio dalla necessità di girare, rivoltare (arvoltare, in perugino) la pastella, per permetterne la cottura da entrambe i lati entro una padella di dimensioni ridotte.

Varianti – Per ottenere una pizzetta dolce, alla fine aggiungete all’arvoltolo dello zucchero piuttosto che del sale.

Commenti dei lettori - Lascia un commento