Il lago Trasimeno è un bacino idrico chiuso di origine tettonica, la cui formazione risale a circa 3 milioni di anni fa, all’epoca del ritiro delle acque dell’attuale mar Tirreno.
Per tale motivo il livello delle acque è strettamente legato alle precipitazioni annuali più che alla portata delle acque dei torrenti che si immettono sul lago.
Da un punto di vista geografico il lago Trasimeno è il più grande dell’Italia peninsulare (ovvero se si escludono i laghi prealpini), mentre in senso assoluto si colloca al quarto posto.
In virtù dell’origine alluvionale, dati quali profondità e dimensioni sono suscettibili di variazione a seconda dell’andamento stagionale.
Indicativamente possiamo dire che al suo zero idrometrico il perimetro è di circa 54 metri, la superficie del bacino di 376 chilometri quadrati, con una profondità media di circa cinque metri. La profondità raggiunge il picco massimo di 6 metri e mezzo nella zona a nord-est di Castiglione del Lago. Nel bel mezzo del lago Trasimeno sorgono tre isole, la Minore, la Maggiore e l’isola Polvese.

Commenti dei lettori - Lascia un commento