L’estate era il periodo in cui si dava la morte ai polli, e, chi poteva permetterselo, non si lasciava scappare l’occasione di preparare un ottimo sugo coi ricaji (in dialetto), ovvero le interiora del pollo.

Ingredienti (per 4 persone)
rigaglie di 2 polli
800g passata di pomodoro
1 costa di sedano
1 carota
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
sale
pepe

Preparazione
Pulite accuratamente le rigaglie di pollo, sciacquando accuratamente soprattutto le budella. Realizzate un battuto triturando la carota, la cipolla, il sedano e l’aglio. Rosolate il battuto insieme all’olio in una casseruola. Aggiungete le rigaglie facendole rosolare insieme al battuto. Unite la passata di pomodoro, aggiungendo sale e pepe a piacere e lasciate cuocere lentamente per circa un’ora. Tritate i rigagli ed aggiungeteli nuovamente al sugo.

Note – La pasta più adatta da accostare al sugo con i rigagli sono le tagliatelle all’uovo. In passato le tagliatelle al sugo di rigagli erano considerate un piatto di lusso.

Variante – Un tempo per il sugo si usavano anche i rigagli d’oca. L’usanza però è sempre più in disuso e solo nelle famiglie più attaccate alla tradizione e nelle sagre è possibile gustare tale pietanza.

Commenti dei lettori - Lascia un commento